STOMACI E CANDEGGINA


Ho proprio bisogno di farmi uno di quei pianti isterici che ti fanno vomitare lo stomaco e ti fanno uscire il sangue dagli occhi.

Ho bisogno di qualcosa di forte - un bisbiglio - un sussurro - qualcuno con parole dolci o un po di candeggina per pulirmi dentro.

Stomaci pieni di parole inesaudite, masticate e buttate giù con rancorosa fame e un sorso di digestivo indigeribile. Cuore collassato e occhi ribaltati,

Aria pesante e puzzo di sigaretta,

L’acqua straripa dagli occhi e le bocche si sfiorano come un segreto proibito.

Ti vengo a cercare in quella voragine - tanto familiare che mi stritola e non mi lascia sfuggire.

Non mi tradirai vero?

Se lasciassi loro tu dimmi che non mi tradirai.

Forse ti ho già tradito con due occhi scuri e una bottiglia di vino scrostata dal freezer, come il tuo cuore secco e incollato alle pareti. L’idea della pelle che si attacca addosso mi ha tradito, perdona il mio sfrenato bisogno di un corpo.

Io bramo, tutto.

Sono artefice del mio crepacuore e della mia disgrazia.

248 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Ho visto persone preferire l’idea che hanno di se stessi e conviverci per scelta, perché non in grado di vivere con quello che realmente sono. Ho visto miti sfatarsi dietro un accenno di difficoltà e

Artensio